Come una semplice torta di carote…

8 Gennaio 2017

Come una semplice torta di carote…

0 Comments

La mia colazione è sacrosanta. A volte sono capace di svegliarmi anche 2 ore prima del previsto, pur di trovarmi avvolta nel silenzio di casa e sorseggiare il mio amato caffè americano. La mattina soprattutto non mi faccio mai mancare un dolce. Anche quello è sacrosanto. Oppure mi oriento su pani particolari (con farine grezze e arricchiti da frutta secca o disidratata) con marmellate fatte in casa. In casa mia, preciso.
Vi assicuro che fare colazione così, è una vera coccola all’umore. Predispone meglio. Ti fa sentire in vacanza, davanti quei buffet ricchi di ogni sorta di grasso saturo! Questo è il vero km 0: decidere di mangiare quello che vuoi, arricchito di quello che vuoi, con gli ingredienti scelti da te. Più coccola di così?!? Vi è venuta voglia, eh?
Allora mollate ciò che state facendo e sporchiamoci di farina! Prepariamo una torta per domani mattina!
Quale?…mmm…..vediamo……ce ne sono tantissime….Ma iniziamo con qualcosa di semplice, buono e coccoloso! (che dopo “petaloso” sarà il nuovo termine che sarà inserito nei dizionari!)
Torta di carote. A modo mio. Con qualche dritta sperimentata.
E buona colazione.

Torta di carote
 
:
Cosa occorre:
  • 3 UOVA
  • 200 G DI ZUCCHERO SEMOLATO (o zucchero di canna per un gusto più rustico)
  • 80 ML DI OLIO DI SEMI
  • 100 G DI SUCCO D'ARANCIA
  • 120 G DI FARINA DI MANDORLE
  • 260 G DI CAROTE
  • 180 G DI FARINA 00
  • 1 CUCCHIAINO (abbondante) DI MARMELLATA DI ARANCE (trucchetto!)
  • 1 BUSTINA DI LIEVITO PER DOLCI
  • 1 PIZZICO DI SALE
Procedimento:
  1. Preriscaldare il forno a 180°C.
  2. Sbucciare le carote, tritarle e privarle il più possibile della loro acqua (lasciandole avvolte in carta da cucina per una mezz'oretta). Trascorso questo tempo, versarle in una ciotola e aggiungere l'olio, il succo d'arancia e la marmellata, ottenendo una sorta di purea. Montare a parte le uova con lo zucchero. Montate molto. In un'altra ciotola (prometto, è l'ultima!) inserire gli ingredienti secchi (setacciati), ossia la farina, la farina di mandorle, il lievito e il sale. Aggiungere la purea di carote al composto di uova e zucchero. Infine aggiungere le polveri a mano, evitando che il composto si smonti. Infornare per 40 min. ma fa fede la prova stecchino.

Questa torta si conserva per diversi giorni. Ovviamente, se lo preferite, una volta raffreddata, potrete spolverarla con zucchero a velo o condirla con mandorle a lamelle. O buccia di arancia candita. Buona, buonissima.


Post Correlati

Crostata di cuore

Crostata di cuore

Esistono le ricette “di testa” e le ricette “di cuore”. Per me. Le ricette di testa sono ricette perfette, impeccabili, quadrate, pesate, tecniche, precise. Con procedimenti dettagliati e schematici. Il risultato? Se ben eseguita, hai raggiunto l’equilibrio. In cucina ma soprattutto in pasticceria, raggiungere l’equilibrio…

Torta Elisabetta

Torta Elisabetta

Cuoca sopraffina. Pioniera. Papera forte. Sto parlando di lei. Nonna Papera. Lei che abita nella periferia di Paperopoli. Che cucina con la genuinità propria di una nonna. Che non se ne fa un problema se ha i piedi piatti. E che dietro quegli occhiali ne ha…



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

: