La “come si chiama” spalmabile

16 Febbraio 2017

La “come si chiama” spalmabile

0 Comments

Un minuto di silenzio per quella povera palma. E per quel povero frutto. Il cui olio è stato bistrattato e denigrato come nessun altro alimento nella storia. Eppure, molto spesso, capita di partecipare e sostenere una campagna senza conoscere in modo approfondito la causa.  Un pò come giudicare un libro dalla copertina. O una persona dalla prima impressione. Così ho iniziato a studiare il perché di tanto fragore. E mi sono trovata al centro di una “battaglia” tra tante associazioni per la tutela della salute e un colosso dell’industria alimentare: la Ferrero. Si, perché proprio la Ferrero utilizza olio di palma a morire nei suoi prodotti. E mentre tante sue colleghe assai note hanno provveduto a sostituire l’olio di palma con altri olii meno “chiacchierati”, la Ferrero non demorde e non ci pensa affatto a sostituirlo. Anzi. Ne motiva l’utilizzo. Sostenendo che è la manipolazione e il surriscaldamento dell’olio a causarne effetti non salutari sull’organismo; che è uno dei pochi olii a non richiedere il processo di idrogenazione; che addirittura, senza, i suoi prodotti non avrebbero più lo stesso sapore. Primo tra tutti, la Nutella. Ora dico: siamo cresciuti un pò tutti a pane e Nutella. Noi, i nostri genitori. Anche i nostri nonni. Siamo davvero pronti a rinunciare alla Nutella?!? E lo sapete che paradossalmente, uno dei suoi primissimi slogan era: “Nutella, un gusto genuino da non cambiare mai”? Io dico che un’altra possibilità possiamo dargliela. Ma se proprio siamo in astinenza da olio di palma, vi suggerisco una versione rapida, facile e buonissima di una crema spalmabile alla nocciola. Non si chiama Nutella. Né tanto meno un nome tipo “Capperella” o altri nomignoli “da mano in fronte” come quelli che circolano nel web. La chiamerò la “come si chiama” spalmabile. Senza olio di palma.

La "come si chiama" spalmabile
 
:
Cosa occorre:
  • 50 G DI NOCCIOLE
  • 20 ML DI OLIO DI SEMI
  • 2 CUCCHIAI COLMI DI ZUCCHERO A VELO
  • 1 BUSTINA DI VANILLINA
  • 150 G DI CIOCCOLATO FONDENTE
Procedimento:
  1. Fondere il cioccolato a bagnomaria o microonde, Tritare finemente le nocciole fino a farle diventare una pasta. Basterà tritarle a lungo e da polvere inizieranno a diventare cremose. Aggiungere l'olio, lo zucchero e la vanillina. Continuare a mescolare col mixer. Infine aggiungere il cioccolato fuso e mescolare. Versare nel vasetto e conservare a temperatura ambiente. Dopo l'apertura, conservare in frigo.

 


Post Correlati

Vienna, la Sacher e tu.

Vienna, la Sacher e tu.

Sono campioncina di “prenoto ma non vado“. Mi sono classificata prima nelle ultime 5 edizioni. Ho anche partecipato ad un campionato simile: “prenoto, pago ma non vado“. Piazzarsi primi è davvero difficile. Tranquilli, ho vinto anche questo. Vienna ha il primato. Avrò prenotato tipo sei…

Cookies

Cookies

Siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i cookies. Croccanti fuori e morbidi dentro. O meglio “chewy“. Io. Io ad esempio ho un problema con il NO. Non lo so dire. Potrei perlomeno fare un accenno con la testa. E invece faccio peggio.…



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

: