Cookies

12 novembre 2018

Cookies

0 Comments

Siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i cookies.

Croccanti fuori e morbidi dentro. O meglio “chewy“. Io. Io ad esempio ho un problema con il NO. Non lo so dire. Potrei perlomeno fare un accenno con la testa. E invece faccio peggio. Dico SI. Si a tutto. Avete presente la scena del film “Una settimana da Dio”, quando Jim Carey, non riuscendo ad ascoltare le singole preghiere di ognuno, va di risposta automatica “si a tutti”?!? Io, se fossi Dio, avrei questo problema. La mia consistenza morbida purtroppo (e sottolineo, purtroppo!) spesso mi si rivolta contro. Quanti Si mi hanno fatto ritrovare a vivere situazioni scomode e insidiose. Quanti Si mi hanno spesso nascosto fregature. Quanti Si sono rimasti delusi ai No degli altri. Sarebbe tutto più facile se con il giusto atteggiamento sicuro, a certe richieste, dicessi No. Secco. Fermo. Croccante. Dovrò esercitarmi. Tanto. Parecchio. Ma scommettiamo che non si tratta di un problema solo mio? Scommettiamo che i No sono difficili da dire per tutti? Che siamo tutti croccanti fuori e morbidi dentro? Scommettiamo?…Lo volete un cookie…?

Cookies
 
:
Cosa occorre:
  • 250 gr di farina 00
  • 125 gr di burro morbido
  • 100 gr di zucchero di canna (preferibilmente muscovado)
  • 100 gr di zucchero bianco
  • 200 gr gocce o pepite di cioccolato fondente
  • 1 uovo
  • ½ cucchiaio di bicarbonato
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 pizzico di sale
Procedimento:
  1. Mescola i due tipi di zucchero e monta con il burro morbido. Aggiungi l'uovo e continua a mescolare. Infine aggiungi la farina, il bicarbonato, la vanillina e il pizzico di sale. Quando avrai un impasto bene amalgamato, aggiungi le gocce di cioccolato. Fai delle palline di impasto, posizionale sulla teglia rivestita di carta forno e schiacciale leggermente. Completa con le gocce di cioccolato in superficie per ogni biscotto (questo è un tocco più estetico che altro). Cuoci a 180° per 12 minuti circa (osserva che i biscotti siano di un bel colore ambrato). Fai raffreddare (lo so è difficile) e finalmente puoi mangiare.


Post Correlati

Crostata di cuore

Crostata di cuore

Esistono le ricette “di testa” e le ricette “di cuore”. Per me. Le ricette di testa sono ricette perfette, impeccabili, quadrate, pesate, tecniche, precise. Con procedimenti dettagliati e schematici. Il risultato? Se ben eseguita, hai raggiunto l’equilibrio. In cucina ma soprattutto in pasticceria, raggiungere l’equilibrio…

Torta Elisabetta

Torta Elisabetta

Cuoca sopraffina. Pioniera. Papera forte. Sto parlando di lei. Nonna Papera. Lei che abita nella periferia di Paperopoli. Che cucina con la genuinità propria di una nonna. Che non se ne fa un problema se ha i piedi piatti. E che dietro quegli occhiali ne ha…



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

: