Tag: colazione

Cookies

Cookies

Siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i cookies. Croccanti fuori e morbidi dentro. O meglio “chewy“. Io. Io ad esempio ho un problema con il NO. Non lo so dire. Potrei perlomeno fare un accenno con la testa. E invece faccio peggio.…

Chocolate chips pumpkin spice bread

Chocolate chips pumpkin spice bread

Zan zan! Non potevo scegliere titolo più complicato da ricordare, da cercare, da pronunciare… ma da mangiare…non ci sono parole. Vi spiego di cosa stiamo parlando: partiamo dal prodotto di base, un “bread”, umido, profumatissimo, arricchito di purea di zucca, inebriato da varie spezie e…

Brioche di zucca e nocciolata

Brioche di zucca e nocciolata

Cosa c’è di più confortante di una minestra calda a base di zucca nelle fresche serate autunnali? Una fetta di brioche di zucca e nocciolata ovviamente! Questo dolce lievitato vede l’utilizzo nel suo impasto della polpa di zucca, un po’ come utilizziamo le carote per la torta. Si tratta di una brioche leggera, che strizza l’occhio al salutare (vista la presenza della zucca). Certo, le cucchiaiate di nocciolata ne aumentano le calorie. Ma anche la golosità. E visto che siamo nel periodo delle zucche, non avrete più scuse per rinunciare a questa bontà. E poi, a qualcuno una zucca può cambiare la giornata… Vedi Cenerentola!

Brioche di zucca e nocciolata

20 settembre 2018

By:

Ingredienti
  • 500g di farina manitoba
  • 1 bustina di lievito di birra in polvere
  • 150g di polpa di zucca cotta
  • 2 uova
  • 80g di burro morbido
  • 60g di latte tiepido
  • 80g di zucchero di canna fino
  • un pizzico di sale
  • un cucchiaino di miele
  • nocciolata q.b. per la farcitura
  • gocce di cioccolata
Procedimento
  • Passo 1 Cuocete la zucca e riducetela in purea, stemperandola con un po’ di latte.
  • Passo 2 In planetaria (con la foglia), versate il latte rimanente, il miele e iniziate a mescolare.
  • Passo 3 Aggiungete la purea di zucca e qualche cucchiaiata di farina (alla quale avrete aggiunto il lievito in polvere).
  • Passo 4 Aggiungete 1 uovo.
  • Passo 5 Aggiungete qualche altro cucchiaio di farina e alternatela con lo zucchero.
  • Passo 6 Aggiungete l’altro uovo.
  • Passo 7 Completate la farina e lo zucchero.
  • Passo 8 Infine aggiungete poco per volta il burro morbido e il pizzico di sale. Otterrete un panetto che lascerete lievitare 3 ore
  • Passo 9 trascorsa la prima lievitazione, sgonfiate l’impasto e stendetelo col matterello
  • Passo 10 Spalmate le nocciolata sull’impasto e richiudetelo arrotolando nel verso della lunghezza
  • Passo 11 Tagliate a metà il cilindro e formate una sorta di treccia a due.
  • Passo 12 Disponete l’impasto su una teglia ricoperta di carta forno e lasciate lievitare un’altra ora e mezza. Spennellate con un goccio di latte e spargete le gocce di cioccolato e un cucchiaio di zucchero semolato in superficie prima di infornare.
  • Passo 13 Fate cuocere a 180° per 30/35 minuti.

 

Waffle al cioccolato (con pan di stelle)

Waffle al cioccolato (con pan di stelle)

Il waffle o la gaufres, come la chiamano nel nord Europa, è una cialda profumata, calda, croccante fuori e morbida dentro, che solitamente viene consumata a colazione o anche per dessert e servita con cioccolato fuso, sciroppo d’acero, nutella o gelato. 

Granola di stelle

Granola di stelle

E con questo sto dicendo che la tua colazione sarà davvero stellare. Granola di stelle. Stellare nella forma e nel sapore. Quante volte avrò detto che la colazione è il pasto che preferisco? Mai poche. Ma avete osservato attentamente la foto? E davvero mi state…

Biscotti avena e mirtilli

Biscotti avena e mirtilli

L’amore muove il mondo.

E’ senza dubbio un mio principio. Diciamocelo. Cosa non si fa per amore. In nome dell’amore. Quanti di noi hanno fatto le cose più impensabili, hanno superato barriere e limiti. Ci siamo messi anche in situazioni ridicole. Ma chissene. In nome dell’amore si fa tutto. Penso proprio a questo mentre sgranocchio un biscotto caldo appena sfornato e sorseggio la mia tisana detox che, visto il periodo post abbuffatorio natalizio/capodannesco/befanesco, deve diventare il mio rito quotidiano. Dicevo, senza dilungarmi ulteriormente, dell’amore. (altro…)