Tag: party

Guacamole

Guacamole

La chiamano salsa ma in realtà è una crema. Alcuni dicono “la” guacamole, altri “il” guacamole. L’unico punto certo è che si fa con l’avocado. Della serie “ma ‘ndo vai se l’avocado non ce l’hai”, questo rappresenta l’ingrediente chiave, insostituibile della salsa/crema guacamole, preparazione rinomata…

Ricomincio col “pop”.

Ricomincio col “pop”.

Che rumore fa un botto quando esplode? Io dico che fa “pop”. Si dice “ricominciare col botto”, quando assopiti da mesi di silenzio, si ritorna più carichi di prima. E così, tasti sotto le dita e piena di sensazioni contrastanti, ho ripreso in mano il…

La tisana della nanna (per la mamma)

La tisana della nanna (per la mamma)

Auguri mamme! Un pò in anticipo forse, ma con le mamme bisogna giocare per forza d’anticipo. Perché le mamme capiscono le nostre emozioni, i nostri desideri prima ancora di poterci esprimere. A volte li capiscono anche prima di noi. Duro il “mestiere” della mamma. Senza giorni di riposo o ferie. Senza giustificazioni. Senza risparmiarsi per figli e marito. Cosa regalare ad una super mamma così nel giorno della sua festa? Il tempo. Tempo per se stessa. Che sia per un bagno caldo che duri il tempo che vuole. (altro…)

Panini festaioli

Panini festaioli

Siamo sempre in preda ad una scelta. Sempre al bivio di qualcosa. Ed ogni scelta inevitabilmente condiziona il nostro cammino. Mare o montagna. Bianco o nero. Onesto o corrotto. Dolce o salato. Questa poi, è la scelta più dura. Sei in aereo e ti si…

A Carnevale ogni festa vale

A Carnevale ogni festa vale

Il ricordo più intenso legato al Carnevale che ho, è il profumo di uno stick di colore rosa-arancio che mia madre mi passava sulle guance per truccarmi. Ed io tutta emozionata che non stavo mai ferma e puntualmente finiva con il mettermene troppo. Così, mascherata…

Maxi Cookie di Arlecchino

Maxi Cookie di Arlecchino

Tempo di Carnevale, tempo di travestimenti. Ora, potrei stare minuti e minuti  a parlarvi dei modi più ridicoli che trovava mia mamma di mascherarmi a Carnevale. Sono stata “l’apina” di mamma, “la farfallina” di mamma, la “ballerina” di mamma, “l’odalisca” di mamma. Anche “l’infermiera” di mamma. Ho smesso di travestirmi più per esaurimento – di idee – che per l’età. Anche perché l’età non deve condizionarci in queste cose. Cioè, non c’è fine al divertimento, non c’è età massima per farlo. Quindi se lo si vuole e si trova il vestito giusto, ci si deve travestire. (altro…)